Tu sei qui

MARIOTTI Gualtiero

 

IV Fase

L’8 dicembre 1943 l’Ospedale psichiatrico subisce il bombardamento degli Alleati; i danni sono ingenti, in particolare agli edifici collocati a est, e numerosi i morti. Il direttore, Giovanni De Nigris, trasferisce metà dei pazienti in strutture manicomiali vicine e la restante metà nella sede provvisoria di Sassoferrato: una piccola scuola adeguata allo scopo. Quando alla fine del 1947 le truppe alleate lo derequisiscono, il complesso psichiatrico è gravemente deteriorato, non solo per gli effetti dei bombardamenti, ma soprattutto per i quattro anni d’incuria.

III fase

Il 30 ottobre 1930 un forte terremoto colpisce Ancona provocando ingenti danni anche alle strutture del manicomio. A causa delle precarie condizioni di stabilità sono sgombrati un gran numero di edifici: la Direzione; il primo e secondo piano dei Servizi Generali; il primo piano di tutti i padiglioni adibiti a ricovero dei malati.

Cerca nella mappa

Theme by Raniero Carloni Luca Montecchiari and Andrea Orlando inspired by Danetsoft