Tu sei qui

Ufficio tecnico provinciale Bologna

 

IV fase

Andrea Mari, Gian Filippo Oggioni, Spartaco Colombati, Guido Mengoli, Ferruccio Giacanelli

III fase

Nel 1906, morto Roncati, la cui direzione era durata quasi quattro decenni, gli succede Giuseppe Peli e poi, nel 1908, Raffaele Brugia. Alla data, la struttura manicomiale ha raggiunto l’assetto architettonico definitivo così come voluto dallo stesso Roncati ed è proprio a lui, suo fondatore, che il Consiglio provinciale decide di intitolare il manicomio che, nel 1916, modifica la propria denominazione in Ospedale provinciale Francesco Roncati in Bologna per infermi di mente.

II fase

Stante l’aumento dei ricoverati e quindi la necessità di realizzare un nuovo corpo di fabbrica, nel 1883 dalla direzione del manicomio si avanza la proposta di acquisto della proprietà Belvederi, sita su via Frassinago, e la stessa richiede che sia costruito un nuovo corpo di fabbrica che corra per tutta la lunghezza del lato est del grande cortile, appoggiandosi al muro di cinta esistente.

Pagine

Cerca nella mappa

Theme by Raniero Carloni Luca Montecchiari and Andrea Orlando inspired by Danetsoft